Notizie da Galatina

Gelso secolare abbattuto per far posto alla tangenziale. Insorge il comitato

I portavoce di "Galatina libera dal cemento" hanno denunciato l'episodio. L'esemplare di 300 anni è stato fatto a pezzi, nel cantiere per la costruzione della circonvallazione. Ora sono preoccupati per gli altri monumenti verdi

Lo storico albero abbattuto

GALATINA - Il Gelso secolare, "nato" quasi 300 anni addietro in via Ugo Lisi, a Galatina, è stato abbattuto e fatto a pezzi questa mattina, per fare largo al cantiere della tangenziale sud-ovest. "Così come è stata fatta a pezzi ogni forma di dialogo con le associazioni e la società civile".

 Questa la denuncia del comitato “Galatina libera dal cemento” che, assieme la rete delle associazioni, ha protestato contro la "superficialità e l’insensibilità di un’amministrazione comunale, incapace di mantenere ogni forma di impegno e di interessamento verso le istanze provenienti dalla cittadinanza".

"E pensare che più di una persona si era offerta per dare una nuova casa a quello straordinario monumento arboreo, invece, anziché trovare una soluzione congrua, come la stessa amministrazione aveva promesso di fare, si è pensato bene di tapparsi gli occhi ed aspettare che la notizia giungesse inesorabile, così come è stato per l’apertura dei cantieri", hanno proseguito i portavoce di questo urlo a più voci di volontari ecologisti.

A creare ulteriori malcontenti tra gli "indignados" tutori dell'ambiente, soprattutto la mancata pubblica utilità di un simile episodio. Gli esponenti dei vari comitati hanno percepito quanto accaduto oggi come dettato da "altre logiche e interessi che spazzano via tutto ciò che incontrano lungo la loro strada, offendendo i beni comuni che sono anche i diritti di tutti i cittadini".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Con questo ennesimo e scandaloso scempio, come si potrà ancora prestare fiducia a questa orrida malapolitica fatta di spot e di certosine incapacità, tanto da non riuscire a salvare il prezioso monumentale gelso di Galatina,  come sperare nel virtuoso intervento da parte di questa classe politica in una vera e urgente salvezza e tutela della Quercia Vallonea di San Sebastiano?", hanno concluso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una 26enne finisce contro un muretto e muore: secondo dramma in quattro giorni

  • Nel Salento 54 casi nei due ultimi giorni. Nessuno attribuito capoluogo

  • In Puglia 124 nuovi contagiati. Due decessi, uno in provincia di Lecce

  • Medico rientra dal turno e perde il controllo dell’auto: finisce nel canale

  • “Il mostro è arrivato dentro casa”: La Fontanella, sono 31 i contagiati

  • "Dote" da sposa e corredo di nozze trasformati in mascherine: “Sono per i più poveri”

Torna su
LeccePrima è in caricamento