Notizie da Galatina

Camionista reagisce alla rapina: disarmato e ferito al capo. Fermati in tre

Un 18enne e un 31enne arrestati dalla polizia per una rapina a Galatina, lo scorso 8 marzo. Denunciato un altro individuo

La polizia nel centro di Galatina.

GALATINA – Sono giovani i tre presunti autori di una violenta rapina consumata lo scorso 8 marzo, alla periferia di Galatina. Mattia Panico, di 31 anni e un 18enne, incensurato, sono stati infatti fermati nelle ultime ore dagli agenti del commissariato galatinese, guidato dal vicequestore Giovanni Bono. I poliziotti hanno inoltre denunciato in stato di libertà anche un altro 31enne, sempre per il reato di rapina aggravata e lesioni personali: quest’ultimo avrebbe ricoperto un ruolo più marginale rispetto agli altri due, fungendo da autista del gruppo.

Tutto è cominciato lo scorso 8 marzo, all’interno della stazione di servizio “Eni”, sulla via che da Galatina conduce a Gallipoli. I tre amici sarebbero arrivati nell'area di rifornimento a bordo di un’autovettura. Panico sarebbe visto scendere dall'abitacolo, per poi salire su un mezzo pesante, parcheggiato nel piazzale. Avrebbe costretto il camionista a sganciare la motrice e a consegnare contanti e telefono: una somma di appena 10 euro. La vittima, davanti alla prepotenza del rapinatore, ha però opposto resistenza. Una soluzione che gli è costata cara.

Ha infatti afferrato una mazza da baseball e si è messo all’inseguimento del malvivente. Ma il gruppo non ha per nulla desistitd5863e51-9679-4b76-8a81-573cc6c45c68-3o e, invece di abbandonare il piano, ha disarmato il malcapitato. Con quella stessa mazza, i tre lo hanno colpito più volte in più punti del corpo, ferendolo persino al capo. Diverse le lesioni riportate dal camionista. L’uomo, soccorso poco dopo, è stato accompagnato nel vicino ospedale “Santa Caterina Novella”, per le cure e gli accertamenti clinici. I tre, intanto, si sono dileguati a bordo della stessa auto con la quale avevano raggiuto la stazione di servizio.

Le indagini sono state complesse e articolate: il 31enne, infatti, ha trovato rifugio in un’abitazione di Gallipoli, dove è stato poi stanato dai poliziotti galatinesi. L’uomo, rintracciato, è stato perquisito e trovato anche con sette grammi di marijuana. Al termine delle formalità di rito, Panico è stato ristretto nel carcere di Borgo San Nicola, mentre il 18enne presso la sua stessa abitazione, ai domiciliari, perché completamente sconosciuto alle forze dell’ordine fino a questo momento.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • Questo panico ha più reati lui ed è sempre fuori....chissà come mai??ma è un collaboratore di giustizia? Perchë se andate a vedere i suoi reati sono gravi e ce chi per meno si fa 10anni di galera! Meditate....

  • Condanna certa e pena sicura senza sconti e attenuanti

  • Galera dura sicura!!!!!

Notizie di oggi

  • Politica

    Elezioni europee: Lega prima anche nel Salento, il Pd a Lecce supera il M5S

  • Gallipoli

    Sbancano suolo a ridosso della spiaggia con la ruspa: sequestro e denunce

  • Sport

    "Via del mare”: in attesa dei grandi lavori, parte sostituzione dei seggiolini

  • Politica

    Sulla scheda il candidato che “non esiste”: un "De" di troppo ma elezioni proseguono

I più letti della settimana

  • Fuori strada di notte con la Mercedes, viene ritrovato morto all'alba

  • Elezioni europee: Lega prima anche nel Salento, il Pd a Lecce supera il M5S

  • Cosparso di escrementi e bruciato con le sigarette a 3 anni se si opponeva alle molestie: indagati padre e zio

  • Suicida in cella d'isolamento, la madre denuncia: "Mio figlio doveva prendere farmaci"

  • Esplode il distributore di bibite: operaio 23enne in prognosi riservata

  • Un boato sveglia il vicinato all’alba: si sbriciola il tetto di un’abitazione

Torna su
LeccePrima è in caricamento