Notizie da Galatina

Ai domiciliari, spacciava marijuana dal balcone. Finisce in carcere una 48enne

Una donna di Galatina è finita in manette con l'accusa di detenzione di stupefacenti. Già ristretta presso la propria abitazione, forniva la droga direttamente dalla veranda di casa. E' stata incastrata tenendo sotto osservazione un paio di acquirenti

Il commissariato di Galatina

GALATINA – Ad essere sorpresi per primi, la sera del 24 giugno, sono stati un paio di ragazzi. Acquirenti di droga tenuti sotto osservazione per circa una settimana dagli agenti di polizia del commissariato di Galatina, che hanno portato alla “fonte” dalla quale proveniva lo stupefacente. Si tratta di una donna che, nello svolgere la sua attività illecita, non si spostava neppure da casa: semplicemente perché agli arresti domiciliari.

Si tratta di Sandra Perrone, 48enne di Galatina, coinvolta nel mese di maggio del 2012, durante il maxi blitz eseguito dai carabinieri del comando provinciale e denominato “Valle della cupa”, nel quale fu smantellato un clan dedito al traffico di stupefacenti, con epicentro a Monteroni di Lecce, ma con ramificazioni in tutta regione e persino in Campania.perrone sandra stampa-2

Dal suo balcone di casa, la donna  riusciva infatti a farsi contattare e a cedere le dosi di marijuana richiesta. Al momento dell’arrivo dei poliziotti, uno dei due giovani acquirenti ha tentato la fuga ma, bloccato, gli è stato rinvenuto addosso un considerevole quantitativo di droga che ha permesso il sequestro dello stupefacente e l’immediata segnalazione della donna all’autorità giudiziaria.

Le manette, ai polsi della 48enne, sono scattati questa mattina quando i poliziotti hanno bussato al suo portone, notificandole l’ordinanza di revoca degli arresti domiciliari, emessa dal gip del Tribunale di Lecce, Simona Panzera e accompagnandola presso il carcere di Borgo San Nicola, alle porte del capoluogo salentino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Droga ed estorsioni, maxi operazione della polizia: 72 ordinanze

  • Agguato in autostrada ai tifosi del Lecce: un mezzo dato alle fiamme

  • Riti di affiliazione mafiosa e mire del clan su concerti e bische. "La Scu è ancora viva"

  • Psicosi da Covid-19: falso allarme, ma treno bloccato in stazione a Lecce

  • Malore alla guida, schianto sullo spartitraffico: 25enne in codice rosso

  • Due sinistri di ritorno dal mare: un uomo deceduto, l’altro gravemente ferito

Torna su
LeccePrima è in caricamento