Notizie da Galatina

Meno rifiuti in discarica e più differenziata: "In soli due mesi un successo"

Roberta Forte, vicesindaco ed assessore all'ambiente a Galatina, commenta la riduzione del 32% dei rifiuti conferiti in discarica e i risultati ottenuti dalla partenza del servizio. Ed infine risponde ad alcune critiche

Ingresso Palazzo Orsini (dal sito del Comune)

GALATINA - Dai dati ufficiali, registrati nei primi due mesi di avvio del nuovo sistema di raccolta differenziata, a Galatina, si registra la riduzione del 32% di rifiuti conferiti in discarica. Questo porta la percentuale dal precedente 16% al 70%, se si considera la differenziazione dell'umido, che Galatina effettua sperimentalmente, al pari degli altri 11 Comuni dell'Aro 5, in tal senso l'unica esperienza della Provincia di Lecce.

A riferire i dati è il vicesindaco ed assessore all'ambiente, Roberta Forte, che spiega come il nuovo sistema di raccolta abbia prodotto una riduzione sul totale dei rifiuti pari al 22%, come calcolato e previsto nel Pef del 2013, approvato in consiglio comunale ad agosto.

Quindi la vicesindaco risponde ad alcune critiche: "Contrariamente al fazioso e fasullo abbaiare di alcuni esponenti dell'opposizione, consiliare e non, che in tal modo autogiustificano la loro esistenza, questa rivoluzione l'abbiamo realizzata con un investimento ridottissimo a carico dei cittadini. Totalmente falsa e inventata è, infatti, la notizia fatta circolare, assurdamente e con grossolana superficialità, da Adusbef, che quantomeno dovrebbe informarci da quali fonti l'ha appresa, secondo cui il kit distribuito nelle case per la raccolta sarebbe costato o costerà (?) ad ogni utenza 60 €, notizia ripetuta a pappagallo dal nuovo coordinatore di Forza Italia".

Forte evidenzia che il kit distribuito nelle case sia costato ad ogni utenza circa 7 € ed abbia il vantaggio di aver finalmente portato a frutto un investimento, pagato dalle tasche dei cittadini e mai utilizzato, relativo all'acquisto dei piccoli sottolavelli, giacenti da anni nel deposito della Csa: "Come promesso in fase di avvio della nuova raccolta, abbiamo modificato le finalità di un finanziamento regionale, già ottenuto dall'amministrazione Coluccia, per acquistare un ulteriore bidone da 40 lt. Da distribuire a tutte le utenze domestiche e non; in questo modo i costi non graveranno sul cittadino".

Nei giorni scorsi, è stato firmato il disciplinare che certifica questo accordo con la regione Puglia e che consentirà di inserire prima dell'arrivo dei mesi estivi un terzo giorno di raccolta dell'umido, per il quale è già allo studio il nuovo di calendario: "Nessun allarme igienico sanitario - precisa - è stato determinato dall'attuale raccolta dell'umido due giorni la settimana e dell'indifferenziato il sabato, essendo questo calendario utilizzato già da un anno e mezzo nei restanti 11 comuni dell'Aro 5, compreso il periodo estivo, senza problemi".

"A Galatina - prosegue -, non solo stiamo mantenendo l'impegno assunto sin da subito di inserire un terzo giorno per l'umido, ma abbiamo immediatamente approntato una rete di raccoglitori stradali con chiave per lo smaltimento quotidiano dei pannolini e pannoloni, cosa che ci distingue in positivo rispetto a tutti gli altri comuni. Questo straordinario risultato è sicuramente merito, per usare una battuta cara ai miei detrattori, di due categorie di supereroi: i cittadini volenterosi e la Csa. Per i pigri, i furbacchioni e gli incuranti del territorio - conclude - sono arrivati tempi difficili".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia, estorsioni e droga: disarticolato gruppo vicino al clan Tornese

  • Rogo nel negozio per le feste: in manette ex gestore del "Twin Towers"

  • Violento impatto fra due veicoli, ragazza di 19 anni in Rianimazione

  • Cicloturista preso in pieno da un'auto: deceduto dopo il trasporto in ospedale

  • Bimba di 9 anni nel negozio. "Portata in una stanzetta e palpeggiata"

  • Cede il cric durante il cambio della ruota del tir: ferito un meccanico

Torna su
LeccePrima è in caricamento