Notizie da Galatina

Lampada rotta e cellulari in ospedale? "Subito commissione sanità"

Ernesto Abaterusso, consigliere regionale del Pd, dopo la vicenda di Galatina e del presunto uso di cellulari in sala operatoria presso il “Santa Caterina Novella”, chiede che non si perda tempo. "Il problema reale è capire da quanto sia rotta la scialitica e perché non sia stata cambiata"

BARI – “Convocare immediatamente, in questa settimana, la Commissione regionale sanità per avere un’informazione dettagliata su quanto accaduto a Galatina”. Lo richiede Ernesto Abaterusso, consigliere regionale del Pd, dopo la vicenda di Galatina e del presunto uso di cellulari in sala operatoria presso il “Santa Caterina Novella”, vicenda per la quale già l’Asl di Lecce s’è espressa ritenendo che sia, piuttosto, tutto in ordine, tanto da pensare a una vera e propria provocazione. Così, almeno, il direttore generale, Giovanni Gorgoni.   

Ma intanto, il polverone è ormai stato sollevato e Abaterusso aggiunge: “Non possiamo aspettare il canonico avvio della ripresa dei lavori mentre finanche Roma manda i suoi ispettori in Puglia”. Il riferimento, appunto, è all’invio di ispettori ministeriali per una verifica approfondita sulla segnalazione.

Tutto questo, mentre oggi i carabinieri del Nas hanno svolto a loro volta una perlustrazione nelle tre sale operatorie del nosocomio. Il problema, secondo alcune fonti, si sarebbe verificato solo in alcune situazioni. Ovvero, il fascio di luce delle torce di cui sono dotati diversi cellulari di nuova generazione sarebbe stato usato per rafforzare l’illuminazione delle lampade scialitiche.

Ma Gorgoni, a tale proposito, aveva già precisate come l'illuminazione del campo operatorio nelle tre sale dell'ospedale di Galatina risulterebbe adeguata, che l'illuminazione prevista dalla normativa per il campo operatorio sarebbe ricompresa tra i 10mila e i 100mila lux, come da normative, e che gli interventi chirurgici si svolgerebbero alla luce delle sole scialitiche. Una delle quali, però, mobile e provvisoria, ancora in attesa di sostituzione. Un situazione che si trascinerebbe molto tempo.  

Insomma, si è in attesa di ulteriori e definitivi ragguagli, ma per Abaterusso già ora “la rilevanza mediatica, e l’indignazione avvertita nell’opinione pubblica, richiedono un urgente presa di posizione del Governo e del consiglio regionale”. Il fatto è dovuto a una questione reale che sussiste: “L’attenzione deve essere posta sul grave disservizio che da anni si registra nella sala operatoria di Galatina. Se il cellulare può essere introdotto o meno in sala e usato è questione che definiranno le strutture burocratiche. Ma il centro del problema, e dello scandalo – precisa - è perché da anni la lampada scialitica sia rotta e nessuno l’abba sostituita”.

Da qui le richieste. Per Abaterusso la commissione dovrà chiarire da quanto tempo la scialitica è rotta, chi e quando ha avanzato la richiesta della nuova lampada, qual è stato il riscontro dell’Asl e in quali termini, perché, in definitiva, non è stata sostituita con la massima urgenza e quali provvedimenti assumere.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Si tratta di garantire i pazienti sul grado di sicurezza e di affidabilità dei nostri ospedali – conclude - e anche di dare un segnale severo e rigoroso a quanti, nella struttura burocratica, hanno consentito che si arrivasse a una simile scandalosa situazione”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Furgone sbanda, finisce contro l’albero e prende fuoco: un ragazzo in coma

  • Coronavirus: 50 nuovi in Puglia, 6 in provincia di Lecce. E un positivo al voto a Nardò

  • Coronavirus, nel Salento registrati altri sei positivi: due da fuori regione

  • Violenze durante il sonno, a processo il padre adottivo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento